Sempre piu' "connessione" tra tlc e commodity . Telecom e A2a sotto la lente dopo acco


Telecom Italia e A2a sotto la lente a Piazza Affari, dopo al notizia dell’intesa siglata per la fibra a Milano. Il Sole 24 Ore riporta che Telecom Italia ha siglato nelle scorse settimane un accordo con A2A (Memorandum of understanding) per lo sviluppo comune delle infrastrutture in fibra ottica a Milano. Il gruppo di tlc potrà quindi utilizzare le canaline di A2A per la posa della fibra ottica o progettare sviluppi comuni sulla rete. L’alleanza con A2A riguarderà inizialmente le aree di Milano in cui Telecom Italia non utilizza la rete di Metroweb. L’accordo potrebbe presto estendersi, con la stessa A2A, alle città di Bergamo e Brescia, mentre sarebbe imminente la firma di un’intesa in Emilia Romagna con un’altra utility. Gli analisti di ICPBI hanno espresso apprezzamento per la mossa di Telecom e hanno confermato la raccomandazione di ‘Buy’ sulle azioni della compagnia di tlc. «L’accordo conferma la volontà di Telecom Italia di accelerare il piano di copertura della rete in fibra ottica, sfruttando le potenzialità derivanti dagli accordi con le utilities, per ridurre tempi e costi degli investimenti, che coinvolgeranno anche Fastweb nel progetto Flash Fiber», hanno commentato. Gli esperti hanno raccomandato di acquistare anche le azioni di A2A, soprattutto dopo le indicazioni date ieri dall’ad, Valerio Camerano, sull’integrazione con Linea Group che dovrebbe avvenire nel 2019. «Le dichiarazioni dell’ad sottolineano la volontà di realizzare una politica di crescita per il gruppo che si potrà realizzare attraverso linee esterne o anche con progetti di sviluppo delle proprie aree di attività, come dimostra l’accordo con Telecom», hanno concluso. La raccomandazione positiva sulla multilutility meneghina è stata confermata anche da Intermonte (outperform), che proprio oggi ha ritoccato all’insù il target di prezzo da 1,5 a 1,55 euro per azione sulle azioni, tenendo conto dell’impatto positivo di Linea Group che verrà consolidata sui conti di A2A a partire da agosto di quest’anno. Per gli esperti l’impatto di Linea sull’utile per azione del 2017 sarà del 2,7% e negli anni successivi del 2018 e 2019 arriverà tra il 5 e il 5,5%. Anche Mediobanca saluta con entusiasmo l’operazione siglata tra Telecom e A2a che mette insieme il knowhow tecnologico del gruppo di tlc con l’infrastruttura industriale della multiutility per realizzare una fibra ad alta velocità. Gli espertio di piazzetta Cuccia hanno per altro ricordato che l'accordo segue quello che Telecom aveva di recente firmato con Fastweb per la creazione di FlashFiber. «Ci piace molto come sta agendo l’amministratore delegato del gruppo di tlc sul network della fibra – hanno commentato – la mossa potrebbe mettere pressione a Enel Open Fiber». Mediobanca ha reiterato la raccomandazione di ‘outperform’ per Telecom Italia, con target di prezzo a 1,27 euro. Pollice su per Telecom anche da parte di Equita (Buy con target di prezzo a 1,21 euro), che ritiene che la notizia dell'asse formato con A2a «sottolinea il committment di Telecom a realizzare in tempi rapidi una infrastruttura formidabile che è una delle premesse necessarie per il mantenimento della stabilizzazione dell`EBITDA appena raggiunta». Equita ricorda che fino a oggi Telecom, per il completamento della propria rete a Milano, aveva utilizzato Metroweb, che però poi nei mesi scorsi è passata a Enel. Il gruppo di tlc è impegnato nel raggiungere entro il 2018 l`84% della popolazione italiana con una rete in fibra (era al 51% lo scorso giugno) e starebbe procedendo ad un ritmo di 13mila abitazioni alla settimana. Telecom mira a servire, oltre a Milano dove opererà in autonomia, altre 29 città Italiane con una rete FTTH (quella fino alla casa) attraverso la JV Flash Fiber (80% Telecom 20% Fastweb) per la quale è immaginabile saranno siglati accordi con altre municipalizzate.


POST IN EVIDENZA

© 2016 Antonio Siniscalchi - Via Tenaglie 22 - 20876 Ornago (MB) | P.I. 07929840960 | Powered by STUDIO DAG AGENCY

  • Facebook Social Icon
  • Facebook Social Icon
  • LinkedIn Social Icon
  • YouTube Social  Icon

SEGUIMI